Linkedin

AD MAIORA! ne resterà uno solo e ...

Consiglio: Leggete l'articolo prima e solo dopo... il mio commento. Il tutto estrapolato dal Gruppo di LinkedIn " Italian network for marketing, sales and communication by ADICO", dalla discussione " Marketing, cosa ci si aspetta nel 2012?" ecco l'articolo....

Cos'ha in serbo il marketing per il 2012?

Bene, avete letto?

Il Fattore D: D come Donna, D come ...Dio, D come...Distretto?

reti imprese PMI

Sempre su LinkedIn....dove "Giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio cose" (grande Nanni...) nel mio continuo navigare alla ricerca di nuove domande da pormi e di... risposte e soluzioni da trovare su...tutto, sì!... l'Universo, la Vita, e tutto quanto...(grande anche lui, Douglas Adams...)  - ecco che il mio occhio curioso è catturato dal titolo di una discussione: IL FATTORE "D" : LA DONNA PROTAGONISTA DELLE IMPRESE IN RETE. Musica, per le mie orecchie...virtuali! Sì...dove si parla di progetti, sviluppo, impresa e azioni al "femminile", non posso mancare!

Allora... leggo e scopro che solo nelle Marche sono 37.000 le imprese a titolarità "al femminile", trovo un video illuminante su questo e...scopro - ancora! - che lo stile imprenditoriale femminile, così determinato ma, per grazia di DNA,  più consone alla cooperazione che non alla competizione, è considerato da più voci un... modello da seguire, un fattore che puo' contribuire allo sviluppo di reti d'impresa, quelle reti che ci servono come il pane, come l'aria, come l'acqua e...la luce!...per poter competere nel mondo, poter creare un'economia a portata di... dignità umana, riemergere dalla stagnazione e ambire, giustamente, come abitanti di questo pianeta, a una vita gratificante e di soddisfazione.

E tra i post...ne trovo uno di Paolo G. Bianchi, antropologo,  eclettico formatore che non smette mai di stupirmi per la profonda saggezza e delicatezza dei suoi post ...che, proprio in tema di Fattore D, non posso proprio...non riportare:

Social ... or Asocial Networks?

Would you take a friend to a party without introducing him to the other guests?

Would you ever go empty-handed to a pot-luck dinner?

Have you ever peeped at your classmates’ test while covering yours with your hand?

Would you have your wife to wear a burqa for fear that someone steals her from you?

If your answer is YES – even at only one question – keep away from the Social Networks! They’re not for you.

Why? Being in a social network should imply (yes, “should” is necessary) the knowledge and acceptance of the processes that drive people in the world “to do Networking” everyday more: share common interests, discover more of them,  keep people in touch, establish relationships, create combined professional and personal careers, connections. At the bottom of all this, a good element of trust is necessary. It is a system where the “junction points of the network” are the single persons, and those who are connected to them, and so on … However, not everyone sees it this way.

February 2010, a stranger invites me to get in touch with him on LinkedIn.
In the invitation he wrote “Congratulations Monica for your very careful profile and for your experience, I would like to expand my network and get in touch with you. I would be grateful if you could accept my request. Warm regards”.
Condividi contenuti