cervello

Caro, mi fai impazzire il cervello...

Per la prima volta, un eccezionale film in 3D di un orgasmo nel cervello femminile.

Il video, che è stato presentato alla Society for Neuroscience in una recente conferenza a Washington,  è il primo a mostrare l'ordine esatto in cui si attivano le aree del cervello delle donne nella progressione che culmina nell'orgasmo.

Ecco una brevissima sintesi dell'articolo pubblicato su TimeHealthland
(link all'articolo integrale a piè di pagina).

La ricerca è importante per comprendere come il cervello recepisce le esperienze e le sensazioni più piacevoli e cosa può accadere in determinate condizioni estreme che possono sfociare nella dipendenza e nella depressione.

Cento parole d'amore. Per tornare a vivere.

Thumbs up, people! 

Ci sono riuscita anche oggi a trovare la ...bella notizia!                       

Un po' faticoso... negli ultimi tempi, vero? 

Eppure, tempo permettendo...scavando tra tonnellate di "bad news", cerco come posso qualche "Good News" che possa aiutarmi, e aiutarci tutti, nel condividerla, a ricordare quanto siamo splendidi, splendenti e forti!...quando questa forza così magnifica...l'amore... riesce a sprigionarsi da noi.

E questa è magnifica davvero! La storia di una donna che con tutto l'amore possibile riesce a far ritrovare al marito, colpito da un ictus, la capacità di esprimersi. Riporto dall'articolo (di cui trovate il link nelle Note):

"Diane Ackerman, naturalista e poetessa statunitense, racconta l'odissea di suo marito Paul West, anch’egli scrittore e poeta, in un libro uscito di recente negli Usa, «One hundred names for love: a stroke, a marriage and the language of healing», «Cento nomi per l'amore: un ictus, un matrimonio e il linguaggio della guarigione». La scrittrice racconta come, con amore e pazienza, abbia insegnato di nuovo a parlare al marito"...
Perchè le "cento parole dell’amore"...«sono la testimonianza di come il cervello riesca a guarire, e di come due persone che si amano possano superare le avversità».
"Sentirsi amati è una spinta enorme alla ripresa". 

Già...

Buona estate!

Sì, anche "il cervello" va in vacanza, è il momento di ricaricare le batterie al sole.
Dovunque vi troviate, in vacanza o in città, vi auguro una splendida estate.

Condividi contenuti